Un nuovo sito sul Modernismo europeo

 

Il Centre for European Modernism Studies (CEMS) ha il piacere di annunciare l’apertura del proprio sito web: www.cemstudies.eu.

Il CEMS ha tra i suoi obiettivi fondativi quello di riflettere su quel minimo comune denominatore che può accomunare le diverse esperienze letterarie e culturali di inizio secolo, che contraddistinguono vari contesti europei e prendono il nome di “modernismo”/“modernismi”. E questo fenomeno, sia detto per inciso, non è solo letterario, ma riguarda anche altre discipline affini: sia artistiche (pittura, scultura, architettura, cinema, teatro), che sociali (filosofia, diritto, politica). Per questo motivo piuttosto che riflettere sulle singole tradizioni nazionali, che pure hanno un peso e danno vita anche a fenomeni specifici, gli studiosi del CEMS, in maniera cooperativa e sinergetica, preferiscono adottare un taglio comparatistico.

Il sito cerca di restituire sin dal primo impatto questa fisionomia. Sicché se è vero che l’inglese si offre come lingua franca, è vero anche che è possibile rinvenire scritti e iniziative in tutte le altre lingue europee. Al contempo, la colonna delle categorie invece di concentrarsi su “modernismo italiano”, “British Modernism”, ecc., è stata suddivisa in quattro aree: “European Modernism” (la più ampia e onnicomprensiva), “Mediterranian Modernism”, “Central and Northern Modernism” (Europa centrale e Scandinavia), “Eastern Modernism” (ad oggi il meno studiato, almeno in Occidente), e “Anglo-Saxon Modernis” (l’area ovviamente al di là della Manica, che ha una un’importanza strategica ovvia). Qui saranno segnalati libri inerenti il modernismo europeo o alcuni suoi aspetti, eventi particolari non del Centro ma di argomento affine, scritti vari che possano interessare gli studiosi.

Oltre ad alcune categorie incentrate sulla rivista e sulla collana editoriale, il sito ha riservato anche uno spazio il cui obiettivo è quello di rendere pubbliche le proprie iniziative. Tra queste si segnala il primo convegno internazionale organizzato dal Centre for European Modernism Studies, che avrà luogo a Perugia dal 14 al 16 dicembre 2016. I keynotes saranno Claire Davidson (Sorbonne, Paris), Daniel Ferrer (ITEM, Paris), Paolo Giovannetti (IULM, Milano), Catriona Kelly (Oxford University), Andrew Thacker (Nottingham University). Il call for papers rimarrà aperto fino al 31 maggio ed è scaricabile a questa pagina: http://www.cemstudies.eu/2016/03/08/borders-of-modernism/

Nell’immediato futuro il sito sarà implementato di ulteriori contenuti e spera di avvalersi anche della spontanea collaborazione di altri studiosi che vorranno entrare in contatto con il centro.

Scarica l'articolo

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License