IN-CERTI CONFINI, Università di Bologna, 19 – 20 novembre 2015

Il collettivo dei Giovani Europei / Associazione culturale “nube” (Nuova Biblioteca Europea, https://associazionenube.wordpress.com) si è costituito nel 2006 per mettere a fuoco gli orientamenti della letteratura in Europa a partire dagli anni Novanta. Il nono convegno, che si terrà il 19 e 20 novembre a Bologna, sarà dedicato alle permeabili frontiere tra generi finzionali, non finzionali e metafinzionali nelle pratiche artistiche contemporanee.

Temi delle ultime giornate di studio sono stati il ritorno all’engagement, le nuove forme delle scritture dell’io, letteratura e spazi urbani, performance e negoziazioni identitarie nell’arte della migrazione. In questi incontri i partecipanti hanno esaminato, in collaborazione con giovani scrittori ospiti, molte delle tendenze segnalate dalla critica nelle cosiddette exit strategies dal postmodernismo. Sono emersi, in particolare, la riproposizione di poetiche realistiche e moderniste, il desiderio di tornare a rinegoziare la realtà, spesso su un podio multimediale, e la volontà di intervenire su di essa per mezzo di un’arte mossa da un’“urgenza”. Il life writing e l’autofiction sono le vie maestre di un nuovo engagement postideologico che amplifica e al contempo supera il desiderio di autorappresentazione. La commistione dichiarata di fiction e non fiction, tratto saliente di molta produzione contemporanea, è inoltre spia della consapevolezza che il modo più adeguato per conoscere la realtà parrebbe quello di darle una forma finzionale, non prettamente saggistico-argomentativa.

Il convegno sarà dunque dedicato al confronto tra giovani critici e artisti sugli incerti, porosi, osmotici confini tra fiction e non fiction (reportages, memoir, saggistica, docufilm, ...) nello spazio culturale europeo contemporaneo, con particolare attenzione ai generi che su questa commistione si fondano, uno tra tutti l’autofiction.

Scrittori ospiti: Harkaitz Cano, Gustaaf Peek, Sonia Salsi

 

Scarica il programma PDF

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License